Paola Palumbo

Ginecologia e ostetricia – Fisiopatologia della riproduzione

LEGGI CURRICULUM

Indirizzo Studio: Via Nicola Fabrizi, 17 Terzo piano Scala A
65121 Pescara
Tel: 0854219788 / 3338196999

VISITA GINECOLOGICA

Per visita ginecologica, si intende una specifica procedura eseguita dal ginecologo atta alla valutazione fisiologica o patologica dell’apparato genitale femminile; tale esame può completarsi con l’esecuzione di un’ecografia transvaginale.

PALPAZIONE
La palpazione consente la valutazione di eventuali masse a carico dei genitali esterni (vulva, piccole e grtandi labbra) e dei genitali interni (vagina, cervice uterina). La valutazione palpatoria della cervice viene sovente attuata attraverso la “palpazione bimanuale” dopo aver invitato la donna ad urinare. La tecnica consiste nell’esercitare una pressione a livello dell’ipogastrio con una mano al fine di mobilizzare ed abbassare l’utero e, simultaneamente, con l’altra mano, di esplorare con due dita la vagina fino ad entrare in contatto con la cervice uterina.

ISPEZIONE
L’ispezione dell’apparato genitale femminile si divide in esterna e interna

ISPEZIONE DEI GENITALI ESTERNI

ATTRAVERSO L’ISPEZIONE DEI GENITALI ESTERNI VENGONO VALUTATE:

  • La regione vulvo-perineale
  • Il trofismo e l’integrità della cute vulvare (grandi labbra)
  • Il trofismo e l’integrità del vestibolo vaginale
  • Forma, dimensioni, colore ed integrità delle piccole labbra
  • Forma, dimensioni ed integrità del prepuzio clitorideo e del clitoride
  • Presenza di alterazioni in senso flogistico (eritema, secrezioni), discariocinetiche, distrofiche (atroffia , assottigliamento, scomparsa pliche) o traumatiche (lacerazioni, abrasioni).

ISPEZIONE DEI GENITALI INTERNI

Una volta completata la palpazione e l’ispezione dei genitali esterni, si procede all’inserimento dello speculum, un accessorio di metallo o plastica disponibile in diverse misure. Accuratamente lubrificato viene inserito in vagina a lame chiuse e con il diametro trasverso parallelo alla rima vulvare; viene poi delicatamente spinto ruotandolo verso l’asse orizzontale per essere posizionato a ridosso del fornice posteriore. Le valve dello speculum vengono quindi aperte stando ben attenti a non provocare dolore; in caso contrario si deve procedere al riposizionamento di uno speculum più piccolo. Una volta aperte le valve deve essere valutata la presenza di secrezioni, la forma, la dimensione, il colore, l’integrità e la superficie della cervice uterina. La vagina può essere valutata agevolmente attraverso l’uso di uno speculum trasparente o durante la cauta estrazione dello speculum metallico; gli elementi valutati sono elasticità, presenza di rugae, secrezioni, integrità, colorito e trofismo. Durante l’ispezione con speculum è inoltre possibile eseguire PAP TEST, TAMPONI VAGINALI e CERVICALI

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

ECOGRAFIA GINECOLOGICA PELVICA

L’ECOGRAFIA GINECOLOGICA/PELVICA si distingue in ECOGRAFIA TRANSVAGINALE e in ECOGRAFIA TRANSADDOMINALE.

L’Ecografia pelvica TRANSVAGINALE permette una migliore visualizzazione di utero, endometrio, cervice uterina, tupe di Falloppio, ovaie e dello spazio parauterino, comprensivo delle logge parieto-coliche e del cavo del Douglas. Viene considerata una metodica invasiva poichè la sonda viene posizionata all’interno della vagina (non richiede riempimento vescicale).

L’ecografia pelvica TRANSADDOMINALE si esegue soprattutto nelle pazienti che non hanno avuto rapporti sessuali o in caso di masse pelviche di grosse dimensioni e richiede la presenza di un buon riempimento vescicale (per fornire contrasto all’immagine e spingere indietro le anse intestinali).

Il potere risolutivo dell’ecografia transvaginale permette l’osservazione e la misurazione di diversi condizioni patologiche tra cui:

  • Iperplasia endometriale
  • Leiomiomatosi uterina
  • Adenomiosi ed endometriosi
  • Masse ovariche ed altre condizion patologiche degli annessi (es. Cisti, PCOS ecc)
  • Neoplasie cervci-endometriali
  • Polipi endometriale o cervicali
  • Gravidanza extra-uterina

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico

 

INFERTRILITÀ DI COPPIA
Prenota un appuntamento onlineDoctolib